TERAPIA MANUALE

Massoterapia

Con massoterapia si intende l'insieme delle tecniche di massaggio eseguite a scopo terapeutico.

Il massaggio è la più antica forma di terapia fisica. E’ un insieme di manovre  manuali eseguite sui tessuti molli che provoca effetti diretti e indiretti. L’azione diretta si esercita sulla cute, sulla circolazione sanguigna e linfatica, su tendini e legamenti e soprattutto sulla muscolatura dove l’aumento della circolazione ha effetti positivi sul nutrimento della fibra muscolare, favorisce lo smaltimento delle tossine e incrementa la capacità di lavoro del muscolo stesso. L’azione indiretta coinvolge tutto l’organismo perché stimola il metabolismo cellulare e ha un effetto sedativo e rilassante.

Oggi il Massofisioterapista è la figura che si caratterizza nel proprio lavoro per l’utilizzo del millenario sapere volto al massaggio terapeutico, un sapere che sarebbe assurdo perdere.

 

 

Fisiokinesiterapia

è una particolare terapia manipolativa usata in fisioterapia che si prefigge la riabilitazione e la rieducazione funzionale dalle disfunzioni dell’apparato muscoloscheletrico.

La kinesiterapia si effettua in due modalità: passiva e attiva.

Kinesiterapia passiva: il terapista esercita sul paziente, che resterà passivo, tecniche particolari al fine di gestire in modo appropriato il movimento della parte del corpo da trattare.

Kinesiterapia attiva: è lo stesso paziente che agisce in modo attivo sotto la direzione e la supervisione del terapista che gli farà eseguire gli esercizi più idonei.

Durante la seduta di Kinesiterapia attiva sarà possibile usare elastici, palloni, bastoni, tappetini, ecc per facilitare o rendere più difficoltoso il movimento a seconda dello scopo.

 

 

Idrokinesiterapia

 

Recupero funzionale e della postura

 

Analisi della postura e del passo

 

Trattamento cervico-dorsale e lombo-sacrale

 

Tecniche cranio-sacrali, fasciali e viscerali

 

Linfodrenaggio

 

Bendaggio neuromuscolare kinesiotape

Il taping Neuromuscolare, Kinesiotape, Bendaggio Kinesiologico o Neuromuscolare é una metodo applicato dal terapista con il vantaggio della sua azione 24 ore su 24, stimolando il processo di guarigione tra una seduta e l'altra della terapia.

I principi base del taping sono la modulazione della facilitazione e dell'inibizione neuromuscolare e la facilitazione del drenaggio venolinfatico.

L'utilizzo del taping nell’affiancamento di tecniche riabilitative produce inoltre i seguenti effetti fisiologici: 

 

1. corregge la funzione muscolare facilitazione/inibizione;

2. stimola la circolazione sanguigna e linfatica attraverso il sollevamento della pelle che facilita il drenaggio;

3. riduce il dolore inducendo una minore pressione sui nocicettori;

4. corregge l'allineamento articolare. 

 

Con il bendaggio neuromuscolare migliora il recupero dall'infortunio, il dolore, la postura e le prestazioni agonistiche dell'atleta. Gli effetti sono linfodrenante e decongestionante, antinfiammatorio, antidolorifico e antiedemico, stabilizzante e propriocettivo (migliora la performance) 

La sua efficacia, non va confusa con la semplicità del bendaggio, forse è il contrario.